Case, costruzioni in paglia, bioarchitettura Straw Bale construction

☑ Bioarchitettura, bioedilizia e case in paglia, straw bale house, come l’esempio nella foto “Biblioteca di Matawa” e come tante ve ne sono nel mondo.

Caverne, capanne, fabbricati in cemento, case di paglia e autocostruzione. Ritorno alle origini?

☑  In Italia esistono già numerosi esempi: villette a schiera a Fano, in Sicilia casa in paglia a Puntasecca (Rg) in completamento, a Linguaglossa (Etna) in corso di realizzazione e molti altri.

– Sono costruzioni edilizie realizzate con balle di paglia compressa.

☑ In Nebraska nell’Ottocento, dei pionieri stabilitisi in una zona povera di pietre e legname le costruirono per esigenza.

☑ VANTAGGI della casa in paglia:

Рalto potere isolante termico (trasmittanza termica della paglia compressa ̬ buona per case classe A+;

– alto isolamento acustico;

traspirabilità dei muri e salubrità;

– basso impatto ecologico;

basso rischio di incendio;

risparmio energetico, fresca d’estate calda d’inverno;

economica costruzione e manutenzione

resistenza a sollecitazioni sismiche (più garanzie rispetto a edifici in laterizio, calcestruzzo armato).

– Per mantenere tali requisiti dev’essere realizzata a regola d’arte e regolare manutenzione, soprattutto nel caso si utilizzino materiali “naturali” per l’intonacatura altrimenti infiltrazioni d’acqua e umidità metteranno a rischio le prestazioni dell’edificio.

☑ Con le balle di paglia si possono anche realizzare isolamenti “a cappotto“, sia esterni che interni per coibentare gli edifici.

☑ Le costruzioni in paglia sono case a tutti gli effetti:

– per realizzarle bisogna presentare un progetto firmato da un professionista abilitato, all’ufficio tecnico del Comune e ottenere il permesso di costruire (ex concessione edilizia)

☑ Progettare case in balle di paglia segue criteri diversi dall’edilizia convenzionale.

– La normativa italiana (2010) non prevede la possibilità di costruire con la tecnica autoportante (tipo Nebraska), è necessaria una struttura portante, che può essere tamponata con le balle di paglia.

☑ Gli edifici in balle di paglia sono costruiti in vari paesi del mondo, sono particolarmente diffusi nei paesi anglosassoni, dove è permessa l’autocostruzione delle abitazioni.

☑ +393331650443 Info

Commenti da LinkedIn 

Case e costruzioni in paglia, bioarchitettura Straw Bale construction

Straw thatched building, bio-architecture, architettura bio ed bio edilizia, passato, presente e futuro,quali altre evoluzioni e potenzialità?

Per dare un volto nuovo alla nostra RANDAZZO bisogna essere pratici e pragmatici! Qual è “IL PAESE CHE VOGLIAMO”.

image

Per dare un volto nuovo alla nostra RANDAZZO bisogna essere pratici e pragmatici!
Come candidato Sindaco è molto chiaro qual è “IL PAESE CHE VOGLIAMO”.
Tematiche basilari da affrontare p
er il rilancio e riassestamento socio-economico-culturale della città, saranno le seguenti:
Urbanistica/Pianificazione territoriale.
Turismo/Sport/Cultura.
Sanità/Servizi sociali

Bilancio (ottimizzazione dei budget).
Opere pubbliche.
Ambiente/Parchi e Riserve.
Artigianato/Agricoltura/Zootecnia. – Commercio.
Servizi al cittadino.

Sono in uomo di mezza età, non voglio essere giovane a tutti costi, dei giovani mi circondo per mixare le forze del nuovo al fine di spenderle insieme alle mie capacità tecniche e forza dell’esperienza nate dalla presenza oramai ventennale nello scenario politico della nostra comunità randazzese.

Un po’ di me:
Inprinting scolastico Salesiano (formazione condivisa da molti concittadini), diplomato presso il Liceo Scientifico di Linguaglossa nel 1974; studi universitari presso il Politecnico di Torino dove ho conseguito la Laurea in Architettura nel 1981.

Architetto è infatti la professione con la quale esprimo a tutt’oggi tecnica e intuizione creativa. Esperienza di insegnamento presso l’Istituto d’Arte il che mi ha dato possibilità di interazione con il mondo dei giovani ancora in età da formare con le complessità del caso, oltre a collaborare con non pochi sforzi contemporaneamente con architetti di fama.
Nel 1984 torno a Randazzo qui sulle pendici del vulcano Etna (oggi patrimonioUNESCO), territorio al quale mi sono sempre sentito più legato e votato, tanto che ho cominciato subito ad interessarmi dei problemi sociali e culturali del luogo.
Da allora porto avanti il mio impegno nel sollecitare le potenzialità della “anche mia” Randazzo al fine di dargli beneficio, decoro e quello che sarebbe un meritato prestigio e dove vivo con mia moglie e due giovani figli che hanno diritto come tutti al loro futuro possibilmente in questo paese.

I successi della Raccolta differenziata. A Randazzo il servizio deve tornare al Comune nella maniera più opportuna e in accordo con legge ed Enti.

image 

I successi della Raccolta differenziata. A Randazzo il servizio deve tornare al Comune nella maniera più opportuna e in accordo con legge ed Enti.

La raccolta differenziata, porta a porta ha riempito tutte le strade di rifiuti, questo è visibile a tutti.  
La -nuova Randazzo– 

deve ritornare alle isole di raccolta “differenziate” 

deve rispettare l’ambiente fino a dentro casa… nostra! 

Quanti di noi hanno già più volte immaginato il centro storico “a chiazza” mentre passeggiamo durante le belle serate estive lungo il Corso Umberto… pieno di immondizie (ma ogni sera differenziate :-)). 

Per le strade dei vari quartieri nel nostro paese esiste ancora la sana abitudine di sedersi e godersi il fresco e/o una bella chiacchierata con parenti o vicini di casa davanti alla propria abitazione… Non vorremmo farlo fra cumuli di immondizie… 

Il rispetto ecologicoambientale e urbanistico e la decenza dev’essere principalmente per noi stessi randazzesi, in automatico si risolverà da sè l’indecenza con cui presentiamo la nostra bella e interessante cittadina al turista e a tutti coloro che originari del luogo scelgono ancora di tornare e magari con amici e/o i propri figli. 

Chi viene a trovarci per lavoro, vacanza, legami affettivi, deve sempre andare via con un ottimo ricordo di Randazzo che si imprima nella parte migliore della sua memoria… Oggi…

image

image

image

image